05 - PITTURA

David Manetti

  • Viale delle Camelie e Inizio Torrente - Villa Reale di Marlia
  • Permanente Sabato 25 maggio e Domenica 26 maggio

Scoprire la luce in Italia è facile,perché i riflessi si declinano in ogni istante di potenze espressive.
Quello di David Manetti è un romanticismo che parte da Turner ma passa anche dai sogni espressionisti, in un’estetica del sublime e dell’Infinito che è sempre fonte d’ispirazione.
L’Artista è un Ulisse che esplora la conoscenza, cercando i tesori nascosti nella luce , come avrebbero potuto fare i divisionisti, perché essa non replica mai momenti uguali e catturare l’attimo, è come catturare l’estasi di una costante magia.
Far respirare il colore nella lente sfuocata del divenire è umanizzare un dipinto, caricandolo di tutte le emozioni dettate dai ricordi, laddove la memoria è radice che permane in continua evoluzione.
La ricerca del Nostro non si esaurisce mai e continua a ricreare nuovi impatti empatici con lo spettatore , coinvolgendolo a trecentosessanta gradi in un’avventura misteriosa ed in un confronto di identità.
Un lavoro di autentica presenza , in cui David filtra ogni cosa ed il quadro è una creatura che parla per impressionare l’attimo di un sogno.
prof.ssa Sandra Lucarelli

Diplomato al Liceo artistico di Lucca e all’Accademia di Belle Arti di Firenze nel 1990 ha partecipato a numerose esposizioni personali e collettive dal 1987 ad oggi. Alcune opere si trovano in esposizione permanente c/o l’Hotel “San Luca Palace” a Lucca, altre fanno parte di collezioni private in Scozia, Canada e Stati Uniti d’America.

Hanno parlato dell’opera di David Manetti la prof.ssa Sandra Lucarelli, il prof. Aldo Baiocchi, il prof. Bruno Pollacci, il prof. Gianluigi Ruggio, il prof. Vincenzo Muscatello, dott.ssa Veronica Perrucci, Pier Ugo Bernardini, Riccardo Gambogi.

  1. Paesaggio 1 90x60
  2. Paesaggio 1 90x60
  3. Paesaggio 1 90x60